Chi mi conosce ormai sa che amo ogni tanto parlare di argomenti non direttamente correlati all’informatica. Vivendo quotidianamente tutto il ciclo aziendale, spesso il mio interesse esula dal mondo tecnico affrontando tematiche più noiose ma necessarie come le opportunità di business, le problematiche con gli istituti di credito, ecc.

Riflettevo giorni fa sul fatto che confrontandomi con aziende e professionisti anche del mio settore l’argomento crisi è ormai un tipico argomento di inizio discussione come il tempo o la salute dei propri figli.
Personalmente ho spesso l’abitudine di chiedermi come affrontare aspetti quotidiani dovuti alla crisi stessa, sono sempre stato dell’idea che a tutto c’è soluzione anche se a volte è difficile trovarla, difficilmente non trovo vie d’uscite spesso usando anche soluzioni basate sul “pensiero laterale” ho imparato che per tutto c’è una strada, anche se non è detto che sia la più indolore.

Ho sempre ritenuto che l’”effetto crisi” è spesso nella nostra testa, attenzione non voglio dire che non ci siano difficolta ma semplicemente non ritengo che sia un problema di crisi ma di mutamento generazionale, esattamente come quando siamo passati dai cavalli alle macchine o in tempi più recenti dai telegrammi ai fax, o dal telefono a casa al cellulare, è assolutamente normale che il tempo crea nuovi mestieri e ne distrugge altri, questo è l’effetto della tecnologia ed anche del mutamento dei tempi.
(guardate le aziende di telefonia con il crollo degli SMS) Internet negli ultimi 15 anni ha stravolto il nostro modo di vivere il quotidiano anche in questo caso creando nuovi mestieri e distruggendone altri.

L’E-Commerce ne è un chiaro esempio, attività che fino a ieri si basavano sulla vendita diretta al pubblico oggi si sono trasformate (o hanno aggiunto) la vendita on-line, reinventandosi e scoprendo nuovi interessanti mercati.

Si questa è la parola giusta è necessario “reinventarsi” se un settore non funziona più, se una metodologia di lavoro non ha crescita è inutile (spesso) insistere ma è necessario reinventarsi o comunque saper cogliere strade alternative senza rimanere affezionato su quanto creato. Purtroppo il mondo va avanti non possiamo aspettarci di fermarlo, un imprenditore una volta mi disse “Mai innamorarsi del proprio lavoro” si rischia di rimanerci troppo legato e di affondare con lui, quelle parole mi sono rimaste impresse, perché fino ad allora avevo visto il mio lavoro come una mia creatura da seguire e far crescere a tutti i costi, oggi ho imparato che è pericoloso seguire qualcosa che non funziona perché potrebbe portarci a fondo con lui, quindi abbandonare la barca fino a quando galleggia oppure trasformarla e reinventarla.

Questo venendo all’informatica (che è il settore dove sono nato) riguarda anche i computer, a 17 anni vendevo computer assemblati da me, comprando pezzi in Italia dai primi importatori del settore, guadagnando anche il 40/50%, oggi quest’attività sarebbe improponibile, in quanto ormai il mercato del computer assemblato è rimasto una nicchia per macchine speciali con margini decisamente più bassi,

a 20 anni avevo un negozio di computer e vendevo pezzi di pc, memorie, etc. Oggi questo mercato non esiste più, si compra nei grandi store oppure on-line, le abitudini d’acquisto cambiano, non è certo colpa della crisi.

Questo riguarda certamente le aziende, ma anche i mestieri, oggi nascono specialisti di Attività Marketing on-line, creatori di tendenze, ed attività strettamente correlate con il web, che fino a 10 anni fa non esistevano.

Certo l’e-commerce agli occhi di molti può sembrare una soluzione semplice e banale, mi compro un sito e-commerce, metto i miei prodotto e vendo, ma come tutte le cose per funzionare richiede impegno, fortuna e capacità.

Non meravigliamoci che se affrontata in modo banale un impresa e-commerce è destinata a fallire, Il vantaggio/svantaggio di internet è che si tratta di un enorme Centro Commerciale, non è sufficiente aprire il negozio ma è fondamentale farlo bene, con attenzione e metodo, alcuni dei focus più importanti sono

  • Realizzare una soluzione accattivante, funzionale, veloce e semplice
  • Saper identificare il più possibile ogni singolo visitatore
  • Farsi trovare
  • Lavorare in modo eccelso nei confronti dei clienti, i risultati sono agli occhi di tutti e tutti i tuoi clienti possono parlare di te
  • Seguire la concorrenza quotidianamente e mutare con enorme velocità
  • Lungimiranza, saper vedere molto più avanti su dove andrà il mercato
  • Migliorare quotidianamente l’esperienza che gli utenti hanno visitandoci
  • Saper ascoltare le critiche e farne buon uso
  • Essere pronti ai mercati europei
  • Avere un ottimo partner Logistico, il 50% lo fa la consegna al cliente
  • Personale specializzato, istruito e preparato, non lesinare sulla qualità è come un bel motore con una pessima carrozzeria
  • Infine bisogna investire, come una qualsiasi attività anche l’on-line richiede investimenti continui, in tecnologia, personale, ricerca, analisi della concorrenza e molto altro

E’ un attività diversa rispetto ad una comune attività, ma ripaga molto di più se ben seguita in quanto il parco utenza a nostra disposizione è decisamente maggiore, Decine di migliaia di potenziali clienti, e possibilità di crescita inaspettati rispetto a comuni altre attività, questo in qualsiasi settore.

Considerate che rispetto ad una flessione del PIL attorno al 2%, il settore E-Commerce vive con crescite attorno al 20% in tutta Europa con l’Italia in testa, stiamo parlando di numeri enormi in particolare se riferiti alla congiuntura di crisi che viviamo, è questa una delle nuove strade da percorrere ed è qui che chi vive con lungimiranza il proprio lavoro si sta buttando, trasformando la propria ottica di business in modo profondo, magari anche violentandosi sulle comuni abitudini, in quanto il mondo e-commerce tende a vivere in modo più frenetico, con meno rapporti personali e meno attività di PR, si perde la figura dell’agente a vantaggio di “vetrine” e schede prodotto decisamente più complete, l’attività è più frenetica ed ogni giorno è un nuovo giorno

L’Italia, più di ogni altro paese potrebbe trarre enorme vantaggio dall’e-commerce in quanto sono decisamente molti i settori di interesse mondiale che nascono dall’Italia, la moda (dall’abbigliamento ai tessuti) , il cibo, l’artigianato e tantissimi altri settori.

Basta osservare realtà come Zalando (+300% l’anno, 1,2Miliardi di fatturato previsto), Esselunga (100 Milioni di Fatturato sull’on-line) ed anche i comuni store (Mediaworld, ecc.) l’on-line è una strada importante che tutte le realtà dovrebbero prendere in considerazione, ma in modo serio, organizzato e metodico.

Non c’è settore che non potrebbe trarne vantaggio,

I servizi, dalla stampa a servizi a domicilio, ai comuni servizi domestici
La Vendita di prodotti di qualsiasi tipo, dai lampadari a materiali plastici, alle lampadine, ai fumetti
I prodotti al consumo, dall’alimentare all’abbigliamento all’artigianato

Atik è partner tecnologico importante su svariati progetti di E-commerce, attualmente il più importante è Setik, realtà e-commerce nel settore Videosorveglianza, sulla quale siamo stati coinvolti sin dalla fondazione, alla progettazione al supporto ed in tutte le fasi tecnologiche, sono passati in 12 mesi da ’0′ a 150.000€/Mese, con crescite nell’ordine del 20% Mese ma anche con pesanti investimenti.

  • Passati da 1 a 4 Persone
  • Passati da magazzino interno a Logistica Esterna
  • Infrastruttura informatica decisamente cresciuta con investimenti continui per automatizzare procedure
  • Ora in fase di cambio sede ed apertura su Inghilterra ed a breve Francia
  • Ampliamento della propria gamma prodotti passata da 60 articoli ad 250, previsione di arrivare a 500 per fine anno
  • Integrazione sistema Interno di gestione con motori esterni (Ebay, Amazon, ecc.)

Atik ha seguito tutte le fasi di crescita del progetto supportando ogni aspetto tipicamente tecnologico dello stesso, dall’integrazione dei servizi di posta, allo sviluppo web, alla presenza sui social e sui motori di ricerca, un continuo lavoro che ha ripagato con oltre 15.000 Visite mensili, oltre 600 Spedizioni mese ed un fatturato previsto 2013 di 1.5M€

L’E-Commerce è una strada importante per molte aziende che vogliono uscire dalla crisi e permette, se ci si sa reinventare ottimi risultati in ogni settore, Atik su questo è in grado di seguire progetti considerando e suggerendo le soluzioni adatti in ogni ambito:

Infrastruttura Informatica, Logistica, Marketing, Presenza Web, Customer-Care, Gestione Pre/Post Vendita,

sulla base di questo svilupperemo anche articoli così da addentrarci maggiormente sui singoli aspetti del mondo E-commerce, dall’infrastruttura alle scelte di canale.

Cosa aspettate ? forse è giunto il momento di provare