Si, direi che la dicitura “Kartodromo 2.0″ sia particolarmente indicata per questo kartodromo di ultima generazione,

Siamo stati coinvolti nel progetto grazie a rapporti precedenti con Password, una delle realtà legate alla proprietà del kartodromo e che si occupa principalmente di sviluppo software, le richieste erano estremamente chiare:

  • Massima tecnologia
  • Problemi ridotti al minimo
  • Pieno supporto sia nella fase di sviluppo che in fase operativa
  • Rispettare i tempi previsti

Una delle cose che più abbiamo apprezzato è la massima fiducia che ci è stata accordata nello sviluppare le soluzioni necessarie, questo ci ha dato modo di poter realizzare quanto richiesto nel modo più adeguato, facendolo diventare, di fatto uno dei nostri “Biglietti da Visita”. Non sempre si ha questa fortuna, spesso il cliente, senza le dovute competenze pretende (giustamente) di metter bocca su ogni singola fase del progetto, ma a volte guastandone il risultato finale.

Le aree che abbiamo seguito sono principalmente 6 e tutte in prima persona a partire dal progetto all’impianto finito:

  • La Videosorveglianza
  • Gli impianti Antintrusione
  • L’infrastruttura informatica
  • Impianto Telefonico
  • Virtual Arena
  • Wifi e Hot Spot

Ma vediamo ogni singolo punto

La Videosorveglianza

L’area è vasta copre oltre 3.000Mq di capannone tra aree interne ed esterne, la copertura doveva essere completa in quanto sia in chiusura che durante il giorno doveva essere necessario poter accedere ai filmati in caso di necessità, va considerato che essendo un luogo dove si svolgono attività sportive esiste comunque il rischio sia pur remoto che qualcuno possa farsi male, ed è necessario poter accedere a quanto accade.

Poi esiste l’esigenza legata alla sicurezza anche quest’aspetto non è da sottovalutare un notevole perimetro che può portare accessi non autorizzati in qualunque orario e momento, quindi accedere alla diretta delle telecamere permette un controllo tempestivo in caso di anomalie.

Si è scelto LINOVISION, ormai nostro partner da molti mesi e con il quale stiamo sposando soluzioni all’avanguardia, la carta vincente di Linovision è l’utilizzo di soluzioni estremamente moderne ed il supporto su esigenze specifiche, realizzando se necessario firmware ad hoc (come in questo caso).

Inoltre il loro approccio alle nuove tecnologie è ciò che ci serve per dare sempre “quel qualcosa in più”, sono i primi ad aver sviluppato sistemi SDI, e registratori Ibridi ad esempio.

Atik Distribuisce Linovision tramite SETIK, il nuovo portale della sicurezza che sarà on-line per fine aprile, ma veniamo alla soluzione utilizzata.

Il prodotto in questione è un 32 Canali Full D1 (DVR-8032HUI), con tutte le esigenze tipiche di un impianto moderno e completamente conforme alle normative italiane in termini di videosorveglianza. Il sistema è stato equipaggiato con Dischi da 1TB in modalità Raid, così da garantire affidabilità anche in caso di guasto di uno dei dischi.

L’impianto è sfruttato appieno, ed in particolare:

  • Accesso da remoto all’impianto con relative credenziali per controllo in tempo reale
  • Accesso flussi RTP per visualizzare streaming di quanto accade in pista sui monitor presenti nel Kartodromo, questa è una soluzione estremamente interessante, di fatto i monitor all’interno del kartodromo vedono alcune telecamere di pista visualizzandole come fossero un televisore, ma NON usando il software bensi integrandolo in sistemi di diretta con flussi RTP
  • Accesso da Mobile vincolato a credenziali (iphone/Ipad, Android, ecc.)

I sistemi Linovision inoltre permettono, raggiunti i 32 canali la possibilità di comandare un ulteriore DVR direttamente dallo stesso impianto, così da evitare due accessi separati, una gran comodità quando si supera i canali presenti sul DVR.

Le telecamere usate sono state tutte di tipo analogico non richiedendo un enorme dettaglio, sia da esterno che da Interno, in ogni caso sempre almeno 540TVL. Le telecamere da Esterno sempre IP66 e con illuminatore notturno.
Per garantire una buona qualità, visto tratte estremamente lunghe si è deciso di utilizzare cavo di rete anziché RG59 tipico per le videosorveglianze, oltre ad una miglior facilità di stesura garantisce un’ottima qualità su tratte piuttosto lunghe senza passare a sistemi attivi. Infatti la perdita in termini di DB è estremamente ridotta, il costo cavo è sicuramente più alto, ma la resa è certamente migliore.

Tutte le alimentazioni sono state centralizzate, ma separandone la gestione così da evitare un completo spegnimento dell’impianto in caso uno degli alimentatori dovesse guastarsi. Per mantenere una buona e regolare tensione, visto le tratte si è scelto di alimentare il tutto a 24V, in questo modo si è ridotto di molto la perdita dovuta alla lunghezza del cavo, anche questo al fine di garantire una buona qualità delle immagini.
Infine tutta la videosorveglianza è sorretta da un sistema UPS, così da garantire stabilità per quanto riguarda problemi di tensione

Gli Impianti Antintrusione

Qui è necessario essere piuttosto vaghi sulle caratteristiche dell’impianto per ovvi motivi di sicurezza, quindi ci limiteremo a dare le caratteristiche salienti dell’impianto stesso.

L’elevata area ha richiesto l’utilizzo anche in questo caso di molti sensori, e la necessità di creare percorsi specifici in quanto di fatto l’impianto è operativo dalla mattina alle 7 alla sera alle 2 tutti i giorni ma con scopi e necessità differenti.

L’impianto utilizzato prevede una serie di soluzioni a percorsi proprio per garantire accessi limitati a seconda degli orari alle aree di pertinenza. Quindi ognuno è provvisto di proprio codice inserimento/disinserimento, tutti i codici vengono loggati per il controllo in caso di problemi.

Tutti i sensori utilizzati sono in doppia tecnologia così da garantire un corretto funzionamento e limitare al minimo possibili manomissioni essendo molti dei sensori a portata di mano da parte di chi frequenta il Kartodromo.
Ci sono molti Kilometri di cavo e decine di sensori sparsi per l’intero impianto sia in pista che nelle aree ad uso comune, in particolare un controllo più attento è stato fatto verso le aree di ingresso, dove facilmente si possono tentare accessi non autorizzati, ed in pista dove l’area da coprire è molto vasta.

L’impianto ha molti modo per comunicare eventuali anomalie:

  • Tramite VPN, lo stesso ha una sua interfaccia Web con specifiche credenziali che permette sia l’accesso ai log sia l’eventuale svincolo di aree.
  • Comunicazione tramite SMS, sia in termini di attivazione/disattivazione, sia in termini d’allarme
  • Comunicazione tramite voce, avvisando in caso di anomalie ed allarme
  • Via Mail avvisando di eventuali guasti impianto o eventi specifici
  • Infine tramite Ponte Radio direttamente a guardie esterne così da garantire la necessaria sicurezza anche in caso di oscuramente rete GSM e rete dati

Il ponte radio garantisce la massima affidabilità in quanto il sistema è di fatto sempre attivo, il suo mancato raggiungimento e/o funzionamento attiva un allarme e l’uscita delle guardie, in questo modo anche una manomissione che ne impedisca il funzionamento garantisce l’intervento.

L’Infrastruttura Informatica e la rete dati

Qui le necessità erano molteplici ed era necessario usare un sistema che permettesse l’integrazione di una rete dati comune a Dominio con necessità più semplici legate ai sistemi di tempistiche. Sono state quindi prese due scelte, prima di tutto un server adeguato e virtualizzato su soluzione HP e VMWARE nello stesso sono stati ospitati i server di dominio (Windows Small Business Server 2011) e le macchine del sistema SMS Timing che di fatto è il sistema di tempistiche per Kartodromo più evoluto sul mercato. TFK ha preso tutti i moduli disponibili legati a questo sistema ed integrandoli con proprie piattaforme sul web, così da darne un’esperienza completa a chi frequenta il Kartodromo e aumentandone se fosse possibile la qualità dei servizi.

Le due reti quindi sono sostanzialmente divise, una rete dedicata all’attività office, con File Server, Posta su Exchange diretta e sistemi di autenticazione.
Una rete invece più blanda e limitata ai sistemi di SMS-Timing che non solo acquisiscono le tempistiche di chi corre ma:

  • Le rendono disponibili sull’applicativo Facebook
  • Sul sito del kartodromo
  • Sui Monitor sparsi per tutto l’impianto che permettono di vedere le tempistiche in tempo reale con tanto di foto e tempi
  • Sui display presenti sui Kart
  • A fine gara permettendo la stampa di tutti i risultati al giro
  • La posta su Exchange è stata una scelta fondamentale per accedere alle mail da sistemi Mobili ma mantenendo l’archivio posta sul server stesso.

L’esperienza è ciò che di più simile si avvicina ad una vera corsa, e di certo l’infrastruttura informatica è fondamentale per mantenere sempre in funzione il sistema senza problemi, vanno considerati:

 

  • Oltre 20 Computer di Bordo
  • Oltre 15 Monitor per l’intera area che mantengono aggiornati su tempi e svolgimento delle gare, ogni monitor è provvisto di un suo PC dedicato
  • 16 Monitor per le gare Endurance con le tempistiche delle singole squadre
  • 2 Server di Controllo ridondanti
  • Gruppi di continuità dedicati per l’area informatica
  • Generatori in caso di problemi legati alla distribuzione elettrica



È tutto questo solo per la viva esperienza Kart,

Un’altra fantastica soluzione estremamente moderna sono i proiettori sulla pista che proiettano direttamente sui vetri fronte pista i tempi e le immagini relativi, la proiezione avviene su pellicola polarizzata, che quindi in caso i sistemi siano spenti diventa di fatto trasparente, assolutamente fantastico.

poi la struttura ospita un’area meeting che è a dir poco completa, una sala che può ospitare fino a 200 Persone, con pareti mobili per permettere eventi riservati o per una quantità di persone inferiore,



Possibilità Catering, servizio Bar e ristorazione, Accesso WI-FI Libero, Videoproiettore e schermo panoramico a scomparsa, Pad per Lavagna Multimediale.
Devo dire poi che ciò che mi piace di più è la facilità con la quale, la struttura si adegua ad esigenze specifiche, questo anche grazie a chi segue la parte informatica dell’infrastruttura quotidianamente e che quindi ne adegua le necessità e supporta egregiamente le richieste dei vari clienti.

Ciò che è estremamente interessante è come sia stata creata una variante al tipico evento aziendale, in quanto la presenza del Kartodromo a portato molte azienda a creare eventi proprio legandole a gare di Kart. Ma qui dovremmo parlare della parte tecnica del Kartodromo quindi evito le virtù di marketing, che magari sarà motivo di altro articolo.

Tutta l’infrastruttura informatica poi è retta da due connettività, Fastweb con una HDSL 4MB e una ADSL Siportal come backup e per la navigazione delle aree wifi, ovviamente quest’ultima è mantenuta in area DMZ e sostanzialmente separata dalla rete aziendale proprio per evitare possibili accessi non autorizzati.

L’aggregazione delle due connettività, i molteplici accessi dall’esterno, gli accessi VPN e gli accessi vincolati sono tutti gestiti da Firewall NETASQ U70, questo garantisce un funzionamento egregio dei sistemi ed una perfetta bilanciatura.

Impianti Telefonici

Per la parte telefonica la scelta è stata complessa, l’idea era sempre quella del “2.0″ quindi assolutamente Voip, ma anche il Voip ha i suoi problemi e non sempre si sposa adeguatamente in tutte le realtà. La scelta era estrema “Voip dall’inizio alla fine” quindi Linee telefoniche Voip, centralino Voip (3CX) telefoni Cisco SPA5XX, Switch PoE utilizzati sostanzialmente per la parte VOIP.

Anche qui le esigenze sono state molteplici in quanto:

  1. È richiesto il collegamento dell’impianto ad un altro impianto della proprietà, in quanto uno degli uffici presenti è di fatto una società a se stante, che si occupa della parte informatica del Kartodromo ma anche di software specifico per il settore carburanti (Password) è stato quindi necessario vincolare il sistema telefonico alla sede creando di fatto un unico impianto telefonico geograficamente diviso.
  2. Esistendo più aziende di fatto arrivano chiamate su più numeri (tutti Voip) l’instradamento deve essere differente per orari/numero, in alcuni casi dovrà essere presente la segreteria telefonica digitale che permette poi di inoltrare il messaggio direttamente in casella di posta degli utenti.
  3. Sono previste messaggistiche specifiche per orari e numeri, anche in questo caso la personalizzazione delle stesse e la loro programmazione

Ovviamente si è deciso di separare la rete telefonica, così da ridurre possibili problemi. Tutta l’infrastruttura comunque è ospitata su apparati HP 1GB, garantendo massime prestazioni. La rete dati è in CAT6 oltre a 2 tratte Fibra per armadi periferici.

Virtual Arena




E’ stata una delle esperienze più divertenti, l’idea era di realizzare una Virtual area con simulatori di F1 in rete tra di loro. I prodotti sul mercato sono davvero pochi soprattutto nell’idea futura di realizzare anche la pista stessa del Kartodromo ed i kart all’interno del simulatore, la scelta finale è caduta su RFACTOR che è di fatto il simulatore d’auto meglio gestibile in questo senso, oltre ad avere un motore grafico fantastico.

Per L’hardware si è deciso di prendere 4 strade:

  1. Monitor, dovevano essere 3, con possibilità del 3D (per espansione futura) e con il bordo più stretto possibile
  2. L’hardware doveva essere potente per evitare upgrade prossimi, quindi I7 Intel, dischi SSD, Doppia Scheda Video Nvidia ad altre prestazioni
  3. L’esperienza doveva essere totale, quindi, sono stati presi 4 kart ed utilizzati per realizzare le postazioni virtuali
  4. Sempre nell’esperienza totale sono stati presi volanti e pedaliere con Feedback anche in questo caso per sentire davvero l’effetto asfalto

L’esperienza è semplicemente affascinante, divertente è giocare con gli amici, un ottimo passatempo, da provare assolutamente, l’idea futura è di utilizzare la virtual area legandola ad ulteriori strutture che nasceranno, così da effettuare gare tra kartodromi, diciamo che le idee non mancano…vedremo..

WI-FI FREE

La soluzione Wi-fi Free per ora limitata al Lounge prevede quanto richiesto dalla normativa Pisanu, quindi il log di quanto viene fatto sul web, il riconoscimento di chi accede al sistema Wifi e quant’altro. È usato un sistema da 300mbs Mimo, così da dare la massima copertura, anche in questo caso ovviamente la rete viene tenuta sostanzialmente divisa dalla rete ufficiale e bloccati accessi non autorizzati.

CONCLUSIONI

Ci sono voluti 6 mesi per realizzare quanto sopra, correndo, faticando, incontrando problemi e risolvendoli tutti i giorni.

Per noi è un fiore all’occhiello in quanto siamo stati coinvolti in ogni fase dello sviluppo tecnologico e ci ha permesso di vedere cosa si può realizzare con impegno e con un approccio moderno, ci diverte e affascina l’idea di poter continuare a sviluppare soluzioni di questo tipo, perché permettono di renderlo oltre ad un lavoro anche un esperienza divertente ed interessante.

Ci sono aspetti non seguiti direttamente da noi ma non per questo meno interessanti, dalla domotica, che permette il funzionamento di tutti gli impianti da Ipad, agli impianti audio di ultima generazione e con soluzioni estremamente moderne, all’Orange Cafè che di fatto è il bar del Kartodromo, però per questo magari è utile che facciate un giro…

Prima di questa esperienza vivevo il mondo karting come qualcosa di limitato a soli appassionati e sinceramente poco coinvolgente, ma devo dire che l’introduzione della tecnologia e dei sistemi ideati da Top Fuel Racing rendono tutto estremamente più divertente e affascinante.

Non nego che c’è sempre qualcosa da migliorare ma anche su questo c’è un continuo Tuning delle scelte e delle soluzioni, è impressionante quanto sia stato apprezzato sul mercato l’intera idea, in pochi mesi hanno avuto eventi con nomi noti dell’industria, come Wurth, Toyota, Cisco, Arexons, Politecnico di Milano e tanti altri. Che hanno apprezzato si l’idea di integrare ad un evento tipico il kart, ma anche la presenza estremamente moderna dell’impianto che da un’immagine importante a qualsiasi evento si svolga.

Credo sia stato questo l’obiettivo della proprietà, non un semplice Kartodromo ma una soluzione moderna che possa diventare una area completa di gioco e di lavoro.

Bè, se decidete d’andare, dite che avete letto la recensione qui, chissà mai che Vi faranno uno sconto ;)

Il kartodromo è a Vignate (MI), lungo la Strada Provinciale 103 (Cassanese) al Km.10


Buone corse a tutti!