OSSERVARE  E’ SAPER LAVORARE !!!!!!!!!!!!!

 

Durante un sopralluogo per la preventivazione di un impianto è fondamentale cercare le problematiche che durante l’esecuzione possano creare perdite di tempo e qualità estetiche discutibili.

Per esperienza durante la visione nei locali in cui dovrò operare sia per un impianto TVCC o di anti intrusione cerco più possibilità di posa non trascurando i materiali su cui dovrò intervenire.

Ad esempio per l’infilaggio di un impianto di allarme se esistono le possibilità di usufruire dei passaggi elettrici e se gli stessi mi permettono di avvicinarmi il più possibile al punto di posa di un volumetrico o di un infisso per la protezione perimetrale con la possibilità di potere sfruttare possibili zoccolini in legno o serramenti interni dove è possibile rimuovere il profilo ornamentale per potervi passare il cavo o addirittura in caso di uffici passando attraverso i controsoffitti se ispezionabili. Durante la visione dei vari percorsi cerco di quantificare all’incirca le metrature di cavo che necessiteranno.

In oltre presto molta attenzione al materiale di cui è fatto l’infisso che devo proteggere, se legno, ferro, alluminio per una scelta del componente da posare più idoneo a livello di protezione ed estetico

Importante è il posizionamento della centrale d’allarme che se la configurazione dell’impianto elettrico o il passaggio cavi alternativo  lo permette cerco di non lasciarla troppo in vista o in ambienti di passaggio.

 

 

 

Nell’ambito degli impianti TVCC il sistema di posa cambia radicalmente in primis per il fatto che i cavi di segnale delle telecamere non è infilabile sia per dimensioni, delicatezza e per possibili disturbi attraverso gli impianti elettrici e quindi si necessita una tipologia di posa o in tubazione se in ambito industriale o in canaline se civile con il convogliamento del tutto in una zona intermedia facile al raggiungimento da più parti. Con queste caratteristiche al momento della presa in visione del lavoro bisogna fare molta attenzione a possibili impedimenti strutturali per poterne porre rimedio al momento della posa aggirando o scavalcando gli ostacoli.

Bisogna anche sapere valutare la presenza di un rivestimento termico sulle pareti esterne (detto cappotto) che può rendere problematica la posa delle telecamere se non ci si è organizzati prima con viti di adeguata lunghezza incapperemo in un grosso problema.

Per concludere ogni tipologia di impianto può essere una sfida al momento dell’esecuzione con le sue problematiche e varianti o seconda dei casi, per questo al momento della presa in visione più si riesce ad osservare, valutare ed assimilare sarà di enorme aiuto sia nella preparazione dei materiali che nel risparmio di tempo nella posa e darà di Voi un’immagine professionale.

CIAO ROBY 65